Geometria leggera. Introduzione all’idea di spazio matematico

Posted by

Geometria leggera. Introduzione all'idea di spazio matematico

Lingua Italiana!



Geometria leggera. Introduzione all’idea di spazio matematico



Descrizione del libro

Che idea abbiamo dello spazio? Si racconta che Archita di Taranto – filosofo, politico e matematico pitagorico del IV secolo a. C. – si chiedesse non senza ironia: “Se scaglio una freccia dal bordo dello spazio, dove va a finire”? È omogeneo e isotropo, come si tende a pensare? Quali proprietà eredita dai corpi che contiene e quali trasmette loro? Fino a che punto è un costrutto del pensiero e quanto un dato reale? Questo libro vuole presentare i cambiamenti che si sono verificati, in geometria, nel senso e nel concetto di spazio. Dal periodo classico, quando lo spazio era l’ambiente intuitivo, naturale, nel quale si potevano descrivere i rapporti fra forme e quantità, alle grandi scoperte della geometria del Seicento – geometria analitica, geometria differenziale – rispetto alle quali la natura non è più solo da descrivere e capire ma anche da utilizzare, fino al tempo moderno, quando le esigenze della rappresentazione che vengono dal passato, come la prospettiva in campo artistico, richiedono di modificarlo – e diventa lo spazio della geometria proiettiva – o sottili problemi logici irrisolti da lungo tempo conducono a profonde trasformazioni, come nel caso della geometria non euclidea. Si tratta di una “geometria leggera” nel senso che vuole evitare le formalizzazioni troppo specializzate per concentrarsi sui concetti e sugli esempi significativi.